Forlì Self Storage, valido supporto alle start up: il case history di Turingsense Eu Lab

Pietro_Garofalo2okTuringsense Eu Lab è una sede di ricerca e sviluppo di una start up californiana (Turingsense Inc), il cui team è composto da ingegneri elettronici, biomedici e informatici. Il core business dell’azienda è la progettazione di sistemi innovativi di analisi del movimento del corpo, tramite l’utilizzo di sensori indossabili, che, senza l’ausilio di videocamere, trasmettono il movimento stesso, tramite una renderizzazione 3D, visualizzabile in tempo reale tramite smartphone, tablet o PC.

“Si tratta di sistemi – spiega il direttore tecnico Pietro Garofalo (nella foto) – che hanno applicazioni concrete in vari ambiti, comunque connessi all’ambito sportivo: quanto da noi progettato fino ad oggi è stato utilizzato nel tennis e nello yoga: in sostanza il sistema rivela il movimento del corpo durante la pratica sportiva e la visualizzazione 3D permette di osservare se viene sviluppato in maniera corretta o meno. Tramite questa modalità, quindi, professionisti e istruttori sportivi, dopo un’attenta verifica, possono correggere tali movimenti per migliorare la qualità della prestazione. Tramite le app realizzate, anche amatori possono ricevere automaticamente suggerimenti per un corretto movimento. I nostri sistemi, inoltre, possono avere un’interessante applicazione anche nella prevenzione degli infortuni, sempre in ambito sportivo: osservare e studiare posture errate non solo aiuta a migliorare i movimenti, ma può essere un valido aiuto proprio per evitare possibili guai fisici”.

L’incontro fra i responsabili di Turingsense Eu Lab e Forlì Self Storage è avvenuto nel 2015, anno in cui ha preso vita l’attività: Pietro Garofalo venne a conoscenza dell’esistenza di questa struttura innovativa tramite propri conoscenti. L’esigenza era quella di individuare un luogo di coworking versatile, in cui cominciare a lavorare senza avere tutte le incombenze connesse alla gestione di un ufficio.

“Cominciammo con un piccolo ufficio – continua Garofalo – per poi spostarci in ambienti più ampi, in quanto l’attività e i componenti del team crescevano (oggi sono 8). Posso, quindi, affermare che Forlì Self Storage ha accompagnato il nostro trend di sviluppo e, credo, lo accompagnerà ancora per molto tempo. Qui abbiamo trovato un ottimo supporto, un “all inclusive” che ci permette di occuparci a tempo pieno del nostro lavoro, senza perdere tempo in attività classiche di gestione (pulizie, utenze ecc…). In più apprezzo molto il supporto della segreteria, che, seppur condivisa con altre attività lavorative, ci risolve al meglio le spedizioni di materiali, l’accoglienza di clienti e tutti quei servizi ‘spiccioli’ indispensabili per il buon funzionamento dell’ufficio. Da ultimo, ma non certo meno importante, è la qualità di tali servizi: cortesia, efficienza e mai un intoppo, aspetti per noi veramente preziosi”.