Giovanni Dell’Eva e Forlì Self Storage, un binomio funzionale

Giovanni Dell’Eva è un professionista forlivese che svolge l’attività di dottore commercialista e che ha sviluppato una spiccata professionalità anche in qualità di curatore fallimentare, un tipo di servizio, purtroppo in crescita nell’ultimo decennio a fronte della pesante crisi economica che ha interessato il mercato italiano.

“Quando una società fallisce – spiega Dell’Eva – uno dei compiti più importanti è quello del prelievo e della conservazione dei documenti fiscali e amministrativi, che, successivamente, anche dopo la chiusura della pratica di fallimento, vanno tenuti a disposizione per 5 anni così come richiede la legislazione attuale. E’ ovvio che gli studi dei professionisti non dispongono di spazi adeguati per immagazzinare ingenti quantità di carta (faldoni, raccoglitori ecc…) e che nella maggior parte dei casi tali materiali non possono essere lasciati nelle aziende in questione, le cui sedi vengono chiuse e vendute. Quindi a noi servono spazi. Forlì Selfstorage ci è sembrata una valida alternativa all’affitto di un deposito o di un garage, in quanto oltre alla conservazione ci gestisce in maniera precisa e funzionale tutto il servizio”.

Dall’Eva si riferisce al fatto che gli addetti di Forlì Selfstorage non si limitano a mettere a disposizione un box della dimensione richiesta con il conseguente accesso sicuro 24 ore su 24, ma offre anche il servizio di ritiro della documentazione presso l’azienda in procinto di fallire, la cernita di quanto è da conservare e quanto da eliminare (sotto la nostra supervisione) e, trascorsi i termini di legge, le operazioni di smaltimento.

“Ritengo quello di Forlì Self Storage – conclude Giovanni Dell’Eva – un supporto indispensabile per la mia attività e per di più, svolto con puntualità e professionalità: insomma sono molto soddisfatto per servizio e delle modalità con cui viene svolto”.